fbpx Salta al contenuto

Arisa, oggi Patufet: adottata il giorno della Befana!

Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail
Featured Image

Arisa, oggi Patufet: adottata il giorno della Befana!

Patufet
Patufet

Arisa era rimasta sola nella nostra infermeria. Sua figlia Anita era stata adottata la mattina di Natale e a lei non rimaneva che attendere l’arrivo della sua nuova famiglia.

Quale più bella sorpresa poteva capitarle, se non essere adottata per la Festa della Befana?

Nella sua famiglia si è integrata perfettamente e da brava mammina fa la baby sitter: adesso si chiama Patufet ed è una bravissima micia di casa.

Amata e coccolata, lascia sempre senza parole tutti per la sua dolcezza e simpatia.


 

Arisa, insieme alla sorella Anita, proviene da una casa disabitata in cui è stata abbandonata. Per un breve periodo sono stati i volontari ad occuparsi di lei e della sorella, ma ha bisogno di una casa vera e una famiglia che le dia amore e tanto calore.

Arisa è già stata sterilizzata.

Arisa ha un anno, il manto nero lucidissimo con alcuni peletti bianchi sul petto che la distinguono dalla sorella Anita. Per quanto quasi identiche, il carattere le differenzia un po’.

Arisa è molto timida ma docile: non ha paura di essere presa in braccio e, anzi, ama trascorrere decine di minuti a farsi coccolare.

È molto dolce e affettuosa: dopo i primi momenti di titubanza, dimostra di avere un carattere molto socievole e affabile.

Vorremmo trovarle casa insieme alla sorella Anita, se possibile, ma valutiamo anche l’adozione separata. Quello che desideriamo è trovarle una casa al più presto.

Vogliamo aiutarla a iniziare una nuova vita? Arisa aspetta da tutta la vita e ha bisogno di riconquistare la fiducia negli esseri umani.

Si trova al Canile di Mirandola aperto tutte le mattine dalle 10 alle 13, oppure il sabato pomeriggio.

Per info: 0535 27140 dalle 8 alle 13 dal lunedi al sabato.

admin
Latest posts by admin (see all)

Forse ti può interessare anche...

Published inAdottatiStorie a lieto fine

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.